21 Marzo 2015

PROTOCOLLO PESCARA

with Commenti disabilitati su PROTOCOLLO PESCARA

Firmato ieri mattina il Protocollo di Intesa tra il Dipartimento di Architettura e il Comune di Pescara per una riflessione scientifica sulle strategie di trasformazione della città. L’idea di città del futuro che Dipartimento e Comune intendono disegnare a partire dalla progettazione di alcune importanti occasioni di trasformazione urbana: Ex Fea, piazza Primo Maggio, Parco nord, Area di risulta, ex cementificio, area del Ponte delle Libertà, aree industriali dismesse, Scalo di Porta Nuova (con nuova sede Vigili), Corridoio Verde, etc.

La MACCHINA ORGANIZZATIVA è complessa: un “Comitato Scientifico” composto dai professori del Dipartimento; dei “Forum di partecipazione pubblica” con gli stakeholders; molti “Gruppi di ricerca” formati da docenti, dottorandi e assistenti; una “Summer School” cui parteciperanno studenti e docenti del Dipartimento che lavoreranno per due settimane full immersion insieme a studenti e docenti provenienti da altre università europee. In occasione della Summer School tutte le attività didattiche del Dipartimento saranno sospese e docenti e studenti si concentreranno nella produzione intensiva delle suggestioni progettuali.
Gli OUTPUT che si attendono sono:
– una “Vision” della città del futuro focalizzata sulle grandi occasione di trasformazione urbana: una sorta di piano strategico con l’individuazione delle vocazioni alla trasformazione di ciascuna area.
– dei “Dossier” di approfondimento di alcuni temi scientifici innovativi applicati alla città di Pescara a cura dei diversi gruppi di ricerca interdisciplinari del Dipartimento;
– degli “Scenari progettuali” derivanti dalla Summer School;
– altre attività didattiche saranno organizzate sulle tematiche del Protocollo d’intesa: corsi di studio, laboratori di laurea, tesi di dottorato, etc.;
– un “Libro” che raccoglierà tutti gli elaborati prodotti dalla ricerca.

Insomma un’occasione straordinaria per dare corpo alla cosiddetta “III Missione” universitaria prevista dalle leggi (oltre la “Didattica” e la “Ricerca”), che è diventata un importante parametro di valutazione dei Dipartimenti in ragione della loro capacità di trasmettere conoscenze e innovazioni sui territori di appartenenza attraverso protocolli di intesa e convenzioni.

_________________

Ulteriore Rassegna stampa

Direttore Dipartimento di Architettura Università G. d'Annunzio Chieti-Pescara
Scroll to top